うたわれるもの - Utawarerumono

Ieri sera ho terminato questo anime abbastanza carino! Gli episodi in tutto sono 26 ed è stato tratto da alcuni videogiochi giapponesi di tipo RPG. Se siete interessati a giocarci provate a cercarli su internet. Quelli di questa serie sono disponibili per PC, psp e Playstation 2 ma sono tutti in lingua giapponese!

0004

La storia, narrata anche nell’anime, è ambientata in un Giappone medievale fantasy, con persone dalle orecchie di animali, code o ali e dinosauri (penso..) al posto dei normali cavalli. Il personaggio principale è Hakuoro, un uomo con una maschera che stranamente non riesce a togliersi. Viene trovato in una foresta vicina ad un villaggio, da due sorelle e la loro nonna che lo cureranno e lo faranno rimanere a vivere con loro. In breve tempo verrà accettato da tutti gli abitanti del villaggio, fino a quando, dopo alcuni eventi, si ritroverà a capitanare una ribellione contro l’imperatore e in breve tempo a diventare egli stesso imperatore di un grande impero chiamato Tusukuru. Le battaglie per ottenere la libertà del suo popolo saranno molte, ma chi è in realtà Hakuoro? e da dove viene ?

Utawarerumono5Utawarerumono3Utawarerumono2Utawarerumono15Utawarerumono16

Esistono anche vari OAV di quest’anime ma non ho ancora avuto l’occasione di vederli!  

Ho guardato invece i 4 special contenuti nel dvd e , anche se brevissimi, li ho trovati molto divertenti, sopratto gli episodi con Touka!

La sigla:

Enciclopedia degli alimenti – Noodles udon

Questi grossi noodles di origine giapponese, simili agli spaghetti, possono avere sezione sia tonda sia quadrata e solitamente sono elaborati a base di farina di grano. Vengono tradizionalmente serviti in un piatto chiamato “zuppa di noodles”, preparato con brodo di soia e funghi shiitake.

I noodles udon sono prodotti impastando farina di grano, sale e acqua. Si possono acquistare udon secchi, precotti e freschi durante tutto l’anno. Sono reperibili nel reparto della pasta o in quello dei prodotti importati nei negozi di cibi dietetici o in quelli specializzati in prodotti asiatici, dove possono eventualmente essere acquistati freschi nel reparto dei prodotti refrigerati. Gli udon secchi vanno conservati in un luogo fresco e asciutto, mantenendo la confezione intatta: in tal caso possono durare 6-8 mesi. I noodles freschi vanno invece conservati in frigorifero e consumati nell’arco di alcuni giorni.

Per cuocere i noodles udon, immergeteli in acqua bollente in più mandate. Per evitare che si attacchino sul fondo della pentola, mescolate delicatamente finchè l’acqua non riprende il bollore. Fate cuocere i noodles secchi 8-10 minuti, quindi scolateli e passateli rapidamente sotto l’acqua fredda per interrompere la cottura; i noodles freschi sono pronti in 3-5 minuti. Conditeli con tahina (crema di sesamo) e serviteli freddi o accompagnandoli con verdure saltate.

noodles

褌 - Fundoshi

 

Il fundoshi è un perizoma tradizionale giapponese indossato solamente dagli uomini. Composto da una striscia di tessuto, viene avvolto intorno ai fianchi e attorcigliato nella parte posteriore per ottenere l'effetto perizoma.

Viene menzionato per la prima volta nel Nihon Shoki,a volte tradotto come Annali del Giappone, il secondo libro più vecchio della storia giapponese classica. Questo indumento era indispensabile per ogni uomo giapponese, ricco o povero, aristocratico o plebe o, fino alla Seconda guerra mondiale, quando l'americanizzazione rese popolare la biancheria intima elasticizzata.I samurai lo indossavano sotto l'armatura, combinata con una camicia shitagi.

Il fundoshi ha vari stili di base:

  • Un primo tipo di fundoshi è poco aderente e viene realizzato con una striscia di tessuto avvolta intorno ai fianchi assicurata nella parte posteriore con un nodo, che viene poi fatta passare tra le gambe e rimboccata davanti, dove viene appesa come un grembiule.
  • Il secondo tipo viene indossato dalle persone più attive ed è più aderente. È formato da una striscia di stoffa avvolta intorno ai fianchi che viene poi riportata davanti facendola passare tra le gambe e nuovamente fissata sul retro, senza quindi avere un eccesso di stoffa. Questo stile è usato anche per i costumi da bagno maschili tradizionali standard. I bambini che durante gli anni sessanta in Giappone imparavano a nuotare dovevano indossare questo tipo di fundoshi per essere facilmente tirati fuori dall'acqua dalla stoffa sul retro in caso di pericolo.
  • Il terzo stile, chiamato etchuu fundoshi, si crede derivi da una provincia imperiale cinese. È formato da un rettangolo di stoffa con un'estremità meno larga dell'altra che ha dei nastri. Viene avvolto intorno ai fianchi e viene tirato da dietro in avanti facendolo passare tra le gambe e sotto la parte anteriore della cintura. La parte in eccesso anche in questo caso viene lasciata libera come un grembiule. Questo tipo di fundoshi veniva usato dalle truppe giapponesi durante i combattimenti nella Seconda guerra mondiale e spesso erano l'unico indumento dei soldati in alcune zone con clima tropicale.
6a00c2251d3be0604a00e398a07fd90002-500pi

 

(tratto da wikipedia)

崖の上のポニョ - Ponyo sulla scogliera

 ponyo-logotitolop

Finalmente ho avuto la possibilità di vedere questo bel film d’animazione del 2008 prodotto dallo 株式会社スタジオジブリ ( Studio Ghibli ). Scritto e diretto dal grandissimo  Hayao Miyazaki , che si è basato sul racconto “Iya Iya En” della scrittrice giapponese Rieko Nakagawa, Ponyo è una pesciolina rossa che fugge dalla sua casa in fondo al mare, solamente che nel suo vagabondare, rimane incastrata con la testa in un barattolo di marmellata. Un bambino di 5 anni, Sōsuke, che vive con la madre Lisa in un villaggio in riva al mare, la salva e la mette in un secchiello verde di plastica. Sōsuke decide di chiamarla “Ponyo”, non sapendo che il suo vero nome è in realtà Brunilde ed è figlia di uno stregone di nome Fujimoto, una volta umano, che vive in fondo al mare e viaggia in uno yacht sommergibile, e della Madre del Mare.

Tra Ponyo e Sōsuke nasce subito una grande intesa e per questo motivo la pesciolina decide di diventare umana. In assenza del padre, grazie ad una magia, riesce a diventarlo, ma in questo modo rompe l’equilibrio del mondo. L'acqua del mare si alza sempre più, fino ad avvolgere il villaggio che affonda sotto i flutti marini.

Non voglio svelarvi il finale quindi non vi resta che guardarlo!

00_about_01

00_about_03

00_story_01

02_character_07

00_story_02

02_character_09

03_keyword_04

03_keyword_06  

Curiosità trovate su internet :

  • Per animare il film sono stati utilizzati 170,000 disegni a matita, un numero record di produzione per Miyazaki.
  • Miyazaki è stato coinvolto personalmente nei disegni del film, in quanto voleva essere lui a disegnare le onde e il mare, per lui la parte più importante del film.
  • Il villaggio sul mare in cui vive Sōsuke è ispirato alla cittadina di Tomonoura. Il nome di Sōsuke è tratto dal romanzo La porta, di Natsume Sōseki. Il suo aspetto riprende invece quello di Gorō Miyazaki, figlio di Hayao, all'età di cinque anni; pare che Ponyo sia ispirata alla figlia di tre anni di Katsuya Kondô, l'animatore capo, che a sua volta è stato ripreso nel personaggio di Fujimoto, che è appunto il padre di Ponyo.
  • Il padre di Sōsuke lavora su una nave chiamata Koganei Maru. Koganei è la cittadina ad ovest di Tokyo dove si trova lo Studio Ghibli.

LA CANZONE:

Gake no ue no Ponyo


Ponyo Ponyo Ponyo sakana no ko
Aoi umi kara yatte kita
Ponyo Ponyo Ponyo fukurannda
Manmaru onaka no onna no ko
Peta-peta pyon-pyon
Asitte iina kakechao
Nigi-niigi-bun-bun
Otetewa iina tunaijao

Anoko to haneru to kokoro mo odoruyo
Paku-paku chu-gyu, paku-paku chu-gyu
Anoko ga daisuki makkakka no

Ponyo Ponyo Ponyo sakana no ko
Aoi umi kara yatte kita
Ponyo Ponyo Ponyo fukurannda
Manmaru onaka no onna no ko

Buku-buku ii nioi
Onakaga suita tabechao
Yoku-yoku mite miyou
Anokomo kitto miteiru

Isshoni warauto hoppega atsuiyo
Waku-waku chugyu waku-waku chugyu
Anoko ga daisuki makkakka no

Ponyo Ponyo Ponyo sakana no ko
Gakeno ueni yatte kita
Ponyo Ponyo Ponyo onna no ko
Manmaru onaka no genkina ko

 

 

voto : star_self_1star_self_1star_self_1star_self_0star_self_0

Followers

Warning !

Questo è un blog d'informazione amatoriale realizzato a puro scopo informativo e divulgativo. Immagini e testi presenti su www.asiaticamente.com sono in larga parte presi da internet, e quindi valutati di pubblico dominio, o realizzati dall'autore del blog. Tutti i diritti riservati ai possessori o ai creatori dei singoli elementi. Soggetti o autori che fossero contrari alla pubblicazione, o chiunque fosse a conoscenza di valide motivazioni che ne impediscono la divulgazione, non avranno che da segnalarlo alla proprietaria del blog che provvederà prontamente alla rimozione delle parti imputate.

Visualizzazioni totali